pasquale martucci
Publication year: 2018

 

Nelle società attuali, contrariamente a quello che alcuni potrebbero pensare, continuano ad essere particolarmente sentiti i momenti festivi. Nonostante molte cose siano oggi cambiate, il ritrovarsi con gli altri, liberarsi, danzare, cantare, vivere i momenti aggregativi sono ancora manifestazioni di grande fascino e di particolare attrazione. In questo lavoro, sono posti alcuni interrogativi: le comunità e gli aggregati sociali in che modo vivono oggi i momenti di festa?; è possibile che si possano organizzare manifestazioni festive senza il “senso della comunità”, ovvero il “senso delle relazioni strette ed intime”, che emergono in un particolare territorio?; si può festeggiare e vivere insieme attraverso la realizzazione di un “noi condiviso”? Tutte queste questioni sono affrontate analizzando ventidue feste popolari, che rilevano come la tradizione debba essere vissuta con idee forti che riescano ad attrarre gente, sempre più affascinata da un passato non del tutto scomparso, specie se lo stesso si può ancora cercare in posti di inestimabile valore e di indubbia bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *