pasquale martucci
Publication year: 2014

 

Alla luce della questione posta da Maurizio Ferraris (new realism), ovvero la crisi della visione post-moderna ed all’avvento di una conoscenza per così dire “oggettiva”, “neo-realista”, questo lavoro si interroga sull’importanza della costruzione delle realtà nell’approccio sistemico-relazionale, dove la soggettività dell’intervento è comunque influenzata dal contesto, dalle relazioni in cui siamo coinvolti, dalla cultura di riferimento. Ernst von Glasersfeld, uno dei massimi esponenti del costruttivismo, sosteneva che “la parte principale della ‘conoscenza’ è il repertorio dei concetti, strutture concettuali e schemi di azione che riteniamo possibili e ciò significa che, in un dato contesto, li abbiamo trovati utili per fare ciò che ci aspettavamo facessero”, anche se pare importante il fatto che periodicamente si torni a mettere in discussione le posizioni su cui ci si è accomodati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *